venerdì 17 maggio 2013

La pedicure in casa

I piedi
Come prenderci cura di loro
 
Un’altra cosa che tendiamo a trascurare durante tutto l’anno (oltre la cellulite -> vedi il post: "La cellulite: rimedi Naturali" ) sono i nostri cari piedi! Tutto l’anno non ci pensiamo… ma quando arriva la bella stagione e vogliamo mettere i nostri amati sandali… ci rendiamo conto che forse avremmo potuto dedicare qualche momento in più ai nostri piedini… per non farli sfigurare nelle belle scarpe aperte e colorate estive!
 
I piedi, possono presentare questi potenziali problemi: screpolature, callosità, cattivi odori, (la cosiddetta bromidrosi plantare) escrescenze o gonfiori.
 
Eppure, sono la parte del corpo che ci permette di spostarci, di danzare, di correre… Dovremmo davvero cercare di impegnarci di più per dare un po’ di spazio nel nostro programma di cura personale durante tutto l’anno. Teniamo presente che spesso i gonfiori e gli indolenzimenti sono causati da problemi di ritenzione idrica e il cattivo odore è molto di frequente associato a una infiammazione delle ghiandole sudoripare…
 
Ma passiamo in rassegna le varie problematiche alle quali cercherò di far seguire “ricette casalinghe” già collaudate da me oppure prese in prestito dalla tradizione popolare (antica saggezza!) delle nostre care nonne… Oltre al “bagaglio” di ricette prese dalla rete e trascritte sul mio quaderno alle quali ho apportato lievi modifiche per migliorarle oppure adattarle alle mie esigenze.
 
Calli e Duroni
 
Per questo tipo di problematica si può ricorrere ai poteri fantastici della pianta di ALOE VERA. Basta applicare per due volte al giorno una pomata a base di Aloe oppure un Gel sempre a base di Aloe. In alternativa, se avete in casa, va bene Olio di Ricino. Se avete la fortuna di avere sul vostro balcone o nel vostro giardino uno Stelo del Tarassaco (comunemente chiamato “Bocca di Leone” oppure “Dente di Leone”) potete effettuare delle strofinazioni direttamente con la pianta sulla callosità o durone da curare… Ma passiamo a qualche ricettina:
 
Infuso di fiocchi d’avena
Ingredienti:
Una manciata di fiocchi d’avena
Acqua
Preparare un infuso con l’acqua e i fiocchi d’avena. Versare in una bacinella fate intiepidire ed immergete i piedi per almeno 8-10 minuti. Asciugate ed applicate una crema o un gel all’Aloe.
 
Impacco di aceto, pane e cipolla
Ingredienti:
2 fette di pane bianco;
2 fettine di cipolla
250 ml di aceto di mele
 
Questo impacco è davvero un toccasana per la pelle del piede, ma ha degli svantaggi olfattivi! Si tratta di mettere “a bagno” le fette di pane e la cipolla nell’aceto e di lasciarlo per 24 ore a macerare (vi garantisco che l’odore dell’aceto si sente in tutta la casa!). Poi, altro svantaggio, va applicato la sera prima di andare a dormire e tenuto tutta la notte. Il risultato ai piedi sarà favoloso, ma dovrete cambiare le lenzuola e tenere la casa aperta tutta la giornata!
 
 
Naturalmente, è sempre meglio prevenire che curare. Quindi sarebbe buona norma dopo ogni pediluvio, strofinare il piede con la Pietra pomice (che evita proprio l’insorgere dei duroni e dei calli eliminando le cellule morte della pelle…). Una volta alla settimana è consigliabile fare uno scrub utilizzando zucchero di canna e olio di mandorle dolci. Ancora, massaggiare quotidianamente i piedi, aiuta a prevenire l’insorgere dei calli perché facilita la circolazione. E di certo, se lo spessore del callo o del durone raggiunge le terminazioni nervose procurandovi fastidio o dolore, non improvvisatevi a cercare metodi fai-da-te: rivolgetevi ad uno specialista.
 
Eccessiva Sudorazione
Cattivo odore
(bromidrosi plantare)
 
Esistono molte soluzioni che si possono adottare contro l’eccessiva sudorazione ed il cattivo odore. Il più collaudato di tutti è l’Allume di potassio. Si tratta di un sale dell’acido solforico misto di alluminio e potassio che a temperatura ambiente si presenta sotto forma di un solido bianco, incolore e inodore. Nell'uso quotidiano, l’allume di potassio, o l'allume di rocca, oltre che come deodorante personale naturale anallergico ed emostatico, è utilizzato anche come assorbi-odori in frigorifero e si trova in vendita in Erboristeria sia sotto forma di polvere bianca, simile al sale fine da cucina, che come cristallo smussato). Vengono anche in nostro aiuto per l’eccessiva sudorazione, alcuni Oli essenziali come lavanda e menta da utilizzare durante il pediluvio.
 
Pediluvio alle bacche di Alloro
Ingredienti:
50 gr di bacche di alloro (sono simili a delle olive)
1 Lt di acqua
Schiacciate con lo batticarne le bacche dell’alloro e mettetele a bollire nell’acqua per circa 10 minuti. Filtrate il liquido e versatelo nell’acqua del pediluvio.
Le bacche possono essere egregiamente sostituite dalle foglie. Se lo farete ogni giorno toccherete con mano la sua azione anti-odore!!
Per i piedi sempre sudati, può essere molto utile fare una maschera a base di argilla verde ventilata prima del pediluvio. E' un ottimo rimedio.
 
Contro i cattivi odori, una delle regole fondamentali da adottare è quella di asciugare molto accuratamente i piedi dopo un bagno, una doccia o un pediluvio passando l’asciugamano anche tra le dita. Mettere i piedi bagnati in una comoda pantofola di spugna per “farli asciugare” fa proliferare i batteri che sono una delle cause del cattivo odore. Spesso sono le calzature poco traspiranti a favorire la proliferazione dei batteri che causano il cattivo odore. Queste cause portano ad un deterioramento della cheratina che può dare origine all'anione sulfidrico (che porta alla produzione di un odore di "uova marce") oppure si possono sviluppare sostanze simili all'acido butirrico (che portano al classico odore di "formaggio").
 
Per contrastare questo problema, ancora una volta, ci viene in aiuto il nostro caro amico aceto di mele. Attenzione: a volte il cattivo odore dei piedi assume proprio l’odore dell’aceto. In questo caso NON usare l’aceto perché potrebbe peggiorare il problema! Per tutti gli altri, invece, va bene se aggiungiamo ½ tazza di aceto di mele ogni litro di acqua al normale pediluvio. L’aceto di per sé, non toglie il cattivo odore ma lo contrasta. Sempre in Erboristeria possiamo acquistare un integratore allo Zinco. Lo zinco, infatti, rende la pelle resistente ai batteri e funghi. Però in questo caso rivolgetevi al vostro medico per conoscere la dose di zinco che potete assumere giornalmente. Infine, dopo un bel pediluvio e dopo aver asciugato accuratamente i piedi possiamo strofinarli mezzo limone bio.
 
PEDILUVIO al tè concentrato
Ingredienti:
3-4 bustine di tè (ideale il tè nero, ma va bene anche il comune tè che avete in casa).
Acqua
Preparate un bel tè molto concentrato e versatelo nell’acqua del pediluvio. L’acido tannico contenuto nel tè aiuta ad eliminare gli odori sgradevoli. Tenete i piedi in ammollo almeno per 10 minuti e poi risciacquare con acqua e sapone neutro.
 
Ancora si può preparare un decotto di salvia. Portare a ebollizione 1 lt di acqua e poi lasciare in infusione una manciata di foglie di salvia per circa 10-15 minuti. Una volta raffreddata, tamponatela con un batuffolo di cotone su tutto il piede. Oppure se avete uno spruzzino potete nebulizzarla sul piede. Da ripetere almeno un paio di volte alla settimana.
 
Da non sottovalutare anche l'azione di alcuni oli essenziali che si possono aggiungere all'acqua del pediluvio come lavanda, timo, cedro e menta (circa 10-15 gocce nell'acqua del pediluvio). Oppure, un rimedio quotidiano può essere quello di aggiungere un paio di cucchiaini di bicarbonato di sodio nell'acqua del pediluvio e tenere i piedi in "ammollo" per circa 10 minuti.
 
 
Piedi gonfi
 
Se si tratta di stanchezza o di un gonfiore passeggero, si allevia facilmente con del ghiaccio. Oppure, sedendovi comodamente e tenendo i piedi sollevati su uno sgabello per 10-15 minuti.
 
 
Pediluvio "sconfiante" e rilassante
Ingredienti:
 
25 gr di menta piperita
20 gr di camomilla
20 gr di maggiorana
10 gr di timo
15 gr di rosmarino
1 cucchiaio di sali al timo (o solo sale)
1 lt di acqua
3-5 gocce di O.e. di chiodi di garofano in un cucchiaino di olio di sesamo (da preparare a parte)
 
Preparate un infuso con tutte le erbe ed il sale nell'acqua (tranne l'o.e.) e versatelo nella vaschetta del pediluvio. Trascorsi 8-10 minuti asciugate bene il piede e fate un massaggio con l'olio di mandorle dolci (oppure l'olio di oliva) arricchito con l'olio essenziale di chiodi di garofano. Il massaggio lo fate partire dalla pianta del piede salendo verso l'alto.
 
 
Pediluvio esfoliante al mais
Ingredienti:
 
 
2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
2-4 fette di limone
un pugno di farina di mais
1 cucchiaio di olio di sesamo (o mandorle dolci, oppure extravergine di oliva)
qualche goccia di o.e. di timo (oppure teatree oil)
Preparate l'acqua in una bacinella e versate il bicarbonato e le fette di limone. Immergete i piedi per circa 10 minuti. A parte preparate l'esfoliante con la farina di mais, l'olio di mandorle e l'olio essenziale. Massaggiate ogni piede con questo impasto per circa 5 minuti l'uno. Sciacquate con acqua tiepida.
 
In altri post vi pubblicherò come fare la pedicure completa a casa.
 
Fatemi sapere come vi siete trovati con questi sistemi...
 
Foto e testi appartengono ai legittimi proprietari.