lunedì 27 febbraio 2012

Orto sul Balcone

L'Orto sul ... balcone!

A chi non piacerebbe poter raccogliere un po di pomodorini freschi freschi dal proprio balcone? Magari con un bel mazzo di basilico fresco appena raccolto... L'impresa non è così complicata come si crede.

D'altra parte, coltivare da se parte della verdura, offre tantissimi vantaggi.

Il primo senza dubbio è quello del "gusto ritrovato".  Scoprire che le zucchine hanno un sapore diverso da quello che crediamo (o che il supermercato ci ha abituato...), che i pomodori non nascono nel barattolo dei pelati... che le melanzane hanno le spine... che il carciofo diventa un fiore... è uno di quei pochi piaceri della vita!

Progettiamo insieme il nostro balcone

Dato che siamo in Primavera, nasce sempre di più la voglia di trascorrere del tempo sul proprio balcone o sulla propria terrazza (e chi è più fortunato nel proprio giardino). Vediamo come possiamo progettare questo angolo della nostra casa.

Cosa ho a disposizione?
Diamo una occhiata a tutti i vasi che abbiamo già a disposizione. Se la terra si trova nei nostri vasi  da più di tre anni è necessario cambiarla. Per lo meno la si può recuperare arricchiendola di tutte le sostanze che ha perso nel tempo. La si può integrare con della torba, si può aggiungere un poco di cenere di legna presa dal camino. Poichè la nuova pianta avrà bisogno di tanti elementi nutritivi, per sapere quali sono leggete il post "Perchè una pianta muore" e scegliete cosa aggiungere al terreno impoverito. Poi prendete un blocchetto ed iniziate a segnare le dimensioni dei vasi che avete e quelli che vorreste comprare per integrare i vecchi. Naturalmente in base alle esigenze di spazio e estetiche.
Considerate il tipo di esposizione che ha il vostro balcone.  E non sono da sottovalutare nemmeno le dimensioni. Decidete a priori cosa pianterete e dove.

Come sistemare le aromatiche

Se il nostro balcone non è molto grande, sarà molto utile una soluzione salvaspazio come quella della foto.
La si potrà collocare in un angolo ed avere una varietà di aromatiche sempre a disposizione. Per quanto riguarda la coltivazione di queste piante, suggerisco per i meno esperti, di acquistare le piantine già pronte. Ma se ci si vuol cimentare nella semina, seguite i vari post specifici su come coltivare cosa... Nei vasi come quello della figura, possiamo anche duplicare qualche pianta come il prezzemolo ed il basilico (dato che sono le aromatiche più usate).
I vasi di questo tipo li ho visti sul catalogo D-Garden a questo indirizzo: http://www.dmail.it/elenco/641/Giardinaggio/Vasi-e-fioriere/ 
Ma sicuramente cercando sia sulla rete che da qualche vivaista ben fornito si riesce a trovare una soluzione pratica ed economica. Per ottenere questo effetto si possono impilare n. 3 vasi di diverso diametro. Il più grande di almeno 50 cm. Quello intermedio di 30 cm ed il più piccolo, collocato in cima di circa 15-20 cm. Le aromatiche possono essere piantate lungo il perimetro mentre si lascerà lo spazio centrale per collocare il vaso successivo.

Altra idea è quella di verificare la possibilità di vasi pensili. I vasi appesi, oltre ad aumentare la superficie calpestabile si prestano molto bene sia per qualche aromatica come il timo e alcune varietà di origano, ma anche per le fragole, oppure i pomodori (tipo cigliegino, datterino, etc).
Naturalmente sarà necessario acquistare vasi che abbiano il sottovaso incorporato in modo che non bagnino tutto il balcone quando li innaffiamo.
Questi vasi si trovano tranquillamente in commercio ed a prezzi anche abbastanza contenuti. Ma non sottovalutate la capacità della vostra fantasia nel recuperare e riciclare tutto quello che potrebbe assomigliare ad un vaso pensile!!

Per le altre varietà di piante, regolatevi in base allo spazio a disposizione ed ai vari post che suggeriscono come coltivare cosa.

Una particolare attenzione va rivolta ai fagiolini rampicanti per i quali è necessario trovare un luogo lungo una parete attrezzata con un graticcio su cui far arrampicare le piante. Oppure bisognerà munire ogni vaso con una serie di canne unite fra loro sulle quali la pianta potrà svilupparsi.

Uno spazio che non deve mancare sui nostri balconi è l'angolino con un tavolino ed un paio di sedie. Magari per una cenetta a due, una tisana con le amiche, un angolo per riposarci e staccare la spina dalla routine quotidiana.
Possiamo anche recuperare tavoli e sedie già esistenti dipingendoli con uno spray e cucendo (o acquistando) dei cuscini in tinta.Al centro possiamo collocare una pianta come il nasturzio, oppure una composizione di piante grasse.

 
In qualunque orto che si rispetti, potete ricavare una piccola parte di una parete per collocare gli attrezzi da giardinaggio.
Potrà essere un porta oggetti da giardino come quello dell'immagine che oltre ad avere le tasche laterali per riporre gli attrezzi e le buste dei semi ha il centro libero per collocare vasi, terriccio e nei periodi di potatura si possono riporre tutti i rami secchi.... Magari potete cucirlo voi stesse o acquistarne uno già bello e pronto. Tutto dipende dallo spazio che avete sul vostro balcone. 
 
Io personalmente ho usato un vecchio appendino ed ho munito palette e quant'altro di laccio in modo da poterli appendere ed averli sempre a disposizione.

Buona progettazione a tutti!



Testo e foto appartengono ai legittimi proprietari